Disturbi Alimentari

I disturbi del comportamento alimentare rappresentano un'emergenza sanitaria in crescita: tre milioni di giovani ne soffrono. Ai nostri giorni la perfezione fisica viene ricercata sia dal genere femmile che maschile. Si può sfociare in una vera e propria ossessione per il proprio aspetto fisico fino a poter diventare la maggiore preoccupazione quotidiana. 

Sono quei disturbi caratterizzati dalla presenza di evidenti alterazioni del comportamento alimentare, finalizzati al controllo del peso, che danneggiano la salute fisica o il funzionamento psicologico.

Le persone con disturbi del comportamento alimentare possono mangiare non per esigenza fisica, ma per colmare stati psicologici come ansia, stress, tristezza. Non hanno il controllo dei loro impulsi o bisogni e non riescono a cambiare atteggiamento nonostante il disagio che deriva dalla difficoltà a relazionarsi con il cibo. Mangiano in modo caotico e irregolare, senza mezze misure e possono saltare spesso i pasti.

Il legame tra i nostri comportamenti, compreso quello alimentare, e il nostro mondo emotivo è ormai certo. È importante rendersi conto che si soffre di un disturbo di carattere psicologico e che il problema non nasce semplicemente da un regime alimentare sbagliato. I disturbi alimentari rappresentano quindi il tentativo di regolare stati emotivi negativi da cui ci si sente sopraffarre. 

Si possono riscontrare con queste problematiche una scarsa fiducia in sè stessi, un'insicurezza o un bisogno di ridurre ansia e depressione, un innaturale modello di magrezza, una tendenza al perfezionismo, una tendenza eccessiva a voler piacere agli altri.

I disturbi alimentari sono i seguenti:

- anoressia nervosa

- bulimia nervosa

- disturbo da alimentazione incontrollata

Altre problematiche alimentari:

- ortoressia

- vigoressia o bigoressia

- anoressia atletica

- drunkoressia

N.B. È possibile richiedere incontri informativi su questi disturbi e prenotarsi per accedervi.